Google Plus - Il social network apre al pubblico

Risorse, Siti web e link utili di Lazzeri Simone
Non tutti sanno che da qualche mese è nato un nuovo social network, Google Plus. Come intuibile dal nome si tratta di un nuovo servizio offerto dal colosso Google, molto simile a Facebook ma con alcune funzionalità che lo rendono particolare. Oggi, dopo u... Continua a leggere
Google Plus - Il social network apre al pubblico
Era questione di tempo prima che anche Google si attrezzasse per uscire con un Social network tutto suo.
Qualche accenno a riguardo lo aveva già fatto con i servizi Buzz e Orkut, e l'uscita del suo pulsante social, il Google+1 ha sicuramente incrementato questo interesse.

 

Oggi, dopo un periodo di test Google Plus apre al pubblico e chiunque ha la possibilità di registrarsi (prima era possibile unicamente su invito). Il meccanismo è molto simile a quello del rivale Facebook, è sufficiente aprire un Google account, oppure utilizzarne uno già esistente (se utilizzate Gmail, YouTube o altri servizi Google allora lo avete sicuramente di già) e accedere alla  pagina ufficiale del sito all'indirizzo http://plus.google.com/ (oggi reclamizzata anche nella home del sito italiano Google.it). Una volta entrati potrete compilare il vostro profilo con tutto ciò che vi riguarda, iniziare a collegarvi con parenti, amici, compagni, conoscenti, ecc.. i quali potrete "smistare" in "cerchie" (alcune le trovate predefinite, altre potete divertirti a creare voi) così da condividere con tutti loro i vostri aggiornamenti e naturalmente ricevere i loro.

 

Google Plus di certo non si fa mancare niente, dispone di una chat (la stessa presente ad esempio in Gmail, e bisogna ammetterlo, decisamente più funzionante rispetto a quella del "rivale") con la quale è possibile effettuare anche videochiamate gratuite, è possibile condividere foto, video, link, la propria posizione e naturalmente è presente anche la possibilità d'intrattenersi con moltissimi Giochi.

 

Per tutti gli appassionati, Google plus dispone anche di versione mobile.
Che dire, anche questa volta Google ci ha abituato al meglio, ed assicura che questo sia solo l'inizio...

 

Condividi l'articolo

Facebook Twitter Twitter Pinterest

. OK